Home
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca:

Marca "Grifone che solleva un peso al quale e incatenata una sfera alata. Motti: Poco val la vertu senza fortuna. - Virtute duce comite fortuna.": 2 schede

Galladei, Maffeo <sec. 16>

Medea tragedia di m. Maffeo Galladei
In Venetia: appresso Giouan. Griffio, 1558
76 c. ; 8o. Segn.: A-I8K4.
Impronta: S.VS noco tora ChIl (3) 1558 (R)
Marca: Grifone che solleva un peso al quale e incatenata una sfera alata. Motti: Poco val la vertu senza fortuna. - Virtute duce comite fortuna.
Cors.; rom. Iniziali e fregi xil. Marca (Z706) sul front. I. ed.

Griffio, Giovanni <1.>

Coll.: 2045 - E.VII 35. Riportata su CD 64
Maffeo Galladei fu giurista e poeta veneziano del XVI secolo. La lettera dedicatoria dell'A. a "Divo Filippo Austriaco Caroli V Augustiss. Caes. Filio Regi Catholico" é datata 1558.

Parabosco, Girolamo

Il pellegrino comedia noua di M. Girolamo Parabosco
In Venetia: appre sso Giouan. Griffio, 1552
39, [1] c., 1 c. di tav. : ill. ; 8o. Segn.: A-E8.
Impronta: loin e:o. o.io PrIu (3) 1552 (R)
Marca: Grifone che solleva un peso al quale e incatenata una sfera alata. Motti: Poco val la vertu senza fortuna. - Virtute duce comite fortuna.
Cors.; rom. Marca sul front. ed in fine. Vignetta xilogr. a c. A4r. Iniz. xilogr. I. ed.

Griffio, Giovanni <1.>

Coll.: 2389 - E.II 21
Girolamo Parabosco, organista, compositore e scrittore nato a Piacenza intorno al 1524, morì a Venezia nel 1557. Soggiornò alle corti di Urbino e Ferrara per poi stabilirsi a Venezia. Protetto da Anna d’Este fu a Ferrara nel 1548, nel 1549 e 1550 a Piacenza e quindi a Brescia, Padova e Verona; dal 1551 ricoprì il posto di organista nella cappella ducale di S. Marco a Venezia e qui visse avventurosamente, godendo il favore di letterati e musicisti. Oltre alla produzione musicale (due pezzi strumentali, un Benedictus, 28 Madrigali a cinque voci) compose anche liriche, poemetti e commedie (Il viluppo, L’ermafrodito, Il marinaio, Il pellegrino e altre). Più importanti artisticamente sono "I diporti" divisi in tre giornate (1550), una raccolta di diciassette novelle sul tipo di quelle del Decamerone analogamente architettate, alcune delle quali interessanti e vivaci. La lettera dedicatoria dell'autore "Allo Illustrissimo et Eccellentissimo Signor Duca di Somma" é datata: Venezia 9 mar. LII, preceduta da un sonetto dell'Aretino sempre a lui dedicato.
 
Progetto grafico MediaCompass.com Biblioteca online software di Matteo Vaccari