Home
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca:

Marca "In cornice figurata: l'Aurora che avanza spargendo fiori. Motto: Micat. auraea Phoebo.": 3 schede

Bracciolini, Francesco <1566-1645>

L' amoroso sdegno fauola pastorale del sig. Francesco Bracciolini. Al molto illustre sig. caualiere Battista Guarini
In Venetia: appresso Gio. Battista Ciotti senese. All'insegna dell'Aurora, 1598
72 c. ; 12o. Segn.: A-F12.
Impronta: m-so noio rae; Ahde (3) 1598 (R)
Marca: In cornice figurata: l'Aurora che avanza spargendo fiori. Motto: Micat. auraea Phoebo.
Iniziali e fregi xil. Marca (Z162) sul front. Segue a c. F10v.: Rime pastorali del sig. Francesco Bracciolini

Ciotti, Giovanni Battista

Coll.: 1929 - F.I 64. Riportato su CD 16
Francesco Bracciolini sacerdote, traduttore, scrittore e autore drammatico, era nativo di Pistoia (1566-1645). Fu a Napoli al seguito dei principi di Sulmona poi a Milano e Roma. Fu segretario del cardinale Federico Borromeo per 6 anni e di Maffeo Barberini futuro Urbano VIII, che eletto papa, lo ricoprì di onori e privilegi. Fu autore di tragedie, di pastorali, di poemi di imitazione tassesca. Con lo "Scherno degli dèi", la cui prima parte in 14 libri fu edita nel 1618 (la seconda, in sei libri, nel 1626) contese a Tassoni la primogenitura sul poema eroicomico. Bracciolini fu scrittore antibarocchista per indole e per educazione. Nelle sue composizioni si insinua un gusto novellistico gradevole. Questa commedia, pubblicata per la prima volta nel 1597, conobbe un enorme successo sia sulla scena che sotto i torchi. La lettera dedicatoria del tipografo a Giovanni Battista Guarini é datata: Venezia, 6 feb. 1597. L'opera fu scritta in gioventù 5 o 6 anni prima e fu data al Ciotti da un amico.
Corona ouero Ghirlanda di candidi gigli di virginita, e di sanguigne rose di martirij, di diuersi santi, & sante, che nell'aurora del lucidissimo giorno della vera fede di Giesu Christo fiorirono. Cioe rappresentationi delle vite, & morti loro. Raccolte nouamente da Gio. Battista Ciotti, & sortite in diuersi mazzoli, o poemi tragici diuisati, ... Volume primo [-terzo].
In Venetia: appresso Gio. Battista Ciotti, 1606
3 v. ; 12o.
Marca: In cornice figurata: l'Aurora che avanza spargendo fiori. Motto: Micat. auraea Phoebo.
Marca (Z162) sui front. Ogni volume comprende un numero variabile di opere di diversi A.

Ciotti, Giovanni Battista; Ciotti, Giovanni Battista <fl. 1590-1628>

Gasparo Licco, sacerdote palermitano, nato nel 1549 e morto nel 1619. Canonico della cattedrale di Palermo.

Tasso, Torquato

La fuga d'Erminia del Signor Torquato Tasso. Ridotta in Fauola scenica da Giovanni Villifranchi volterrano al molto illustre Sig. Paolo Maffei
In Venetia: presso Gio. Battista Ciotti senese, 1600
[1], 20-71 c. ; 12o. Segn.: B-E12.
Marca: In cornice figurata: l'Aurora che avanza spargendo fiori. Motto: Micat. auraea Phoebo.
Opera mutila delle carte A1/12, B1, E12. Contiene : La cortesia di Leone a Ruggiero del Signor Ludouico Ariosto

Ariosto, Ludovico <1474-1533>; Ciotti, Giovanni Battista; Villifranchi, Giovanni <sec. 16./17.>

Comprende:
Coll.: 2165 - E.V 11
Torquato Tasso poeta, nacque a Sorrento nel 1544 e morì a Roma nel 1595. Quest'opera non c’è in Clubb e in Bregoli Russo. Fa parte di un libro che alcuni repertori come la British Library il National Union Catalogne mettono sotto il Tasso, che comincia con "Gli amori di Erminia", "La fuga di Erminia" del Tasso cui segue "La cortesia di Leone a Ruggero" dell’Ariosto sempre con la riduzione scenica del Villifranchi autore di numerose opere teatrali. La lettera dedicatoria di Giovanni Villifranchi "Al molto Illustre Signor mio padrone colendissimo il signor Paolo Maffei" é datata Volterra, 10 nov. 1599. Non c'é in Clubb, nè in Bregoli Russo.
 
Progetto grafico MediaCompass.com Biblioteca online software di Matteo Vaccari