Home
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca:

Gazzaniga, Giuseppe: 2 schede

Rossi, Gaetano <1774-1855>

Che originali e Fedelta ed amore alla prova. Farse giocose per musica da rappresentarsi nel Teatro alla Scala la primavera dell'anno 1801 v.s. anno IX. repubblicano
Milano: dalla tipografia Pirola
[12], 69, [3] p. ; 12o. Segn.: 6 a-c12. -
Impronta: c-e- a.a! e,no OtNo (3) 1801 (Q)
Riferimenti: Amicus-Library and Archives Canada on line catalogue, n. 21333390. Nel tit. il numero 9. e espresso: IX. Per il nome dell'A. di "Che originali", Gaetano Rossi, cfr.: Amicus; per il nome dell'A. di "Fedelta ed amore alla prova", Giuseppe Maria Foppa cfr.: Amicus; musica di "Che originali" di Simone Mayner, il cui nome figura a c. 4; musica di "Fedelta' ed amore alla prova" di Giuseppe Gazzaniga, il cui nome figura a c. b3v. Data del tit.: 1801. Emblema della Repubblica Cisalpina? (Donna con bandiera italiana e fascio. In un tondo) sul front. Testatine xil. A c. b3r inizia con occhietto: Fedelta ed amore alla prova; segue: Adelasia riconosciuta, ballo eroicomico di Luigi Dupen: argomento.

Dupen, Luigi <coreografo>; Foppa, Giuseppe; Gazzaniga, Giuseppe; Mayr, Johann Simon; Pirola, Giacomo

Coll.: 3399 - I.VII 110

Bertati, Giovanni

La Vendemmia. Melodramma giocoso in due atti da rappresentarsi nel teatro alla Scala l'autunno del 1804 anno terzo
Milano: dalla tipografia Pirola
60 p. ; 12o.
Libretto per la musica di G. Gazzaniga. Per il nome dell'autore, cfr. Manferrari, vol. 2

Gazzaniga, Giuseppe; Pirola, Giacomo

Coll.: 3361 - I.VII 72
Giovanni Bertati (Martellago, 1735 – Venezia, 1815) librettista italiano del classicismo, avviato agli studi ecclesiastici, riuscì a cambiare la sua carriera successivamente diventando librettista. Durante tutta la sua carriera di librettista si dedicò quasi esclusivamente a scrivere drammi giocosi prendendo come esempi il celebre Carlo Goldoni e Pietro Chiari, però senza mai giungere alla perizia di costoro. Il suo libretto più celebre fu Il matrimonio segreto musicato da Domenico Cimarosa e rappresentato per la prima volta il 7 febbraio 1792 a Vienna.
 
Progetto grafico MediaCompass.com Biblioteca online software di Matteo Vaccari