Home
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca:

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>: 46 schede

41.

Le Mierre, Antoine Marin<1723-1793>

23.[1]: La vedova del Malabar tragedia del signor Lemiere. Tradotta da Francesco Albergati Capacelli
In Venezia, 1798
75, [1] p. Segn.: a-d8e6
Impronta: o.ra dai? O.o! QuMi (3) 1798 (R)

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 2891 - B.IV 23

42.

Racine, Jean

27.[1]: La Fedra tragedia del signor Racine. Tradotta da Francesco Albergati Capacelli
In Venezia, 1798
76 p. Segn.: a-d8e6
Impronta: a?ia o,ro i?.. OvIp (3) 1798 (R)

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 2895 - B.IV 27

43.

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

31.[3]: Emilia dramma di Francesco Albergati Capacelli
In Venezia, 1799
71, [1] p. Segn.: a-d8e4
Impronta: o,c- e.he to.. ne\d (3) 1799 (R)

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 11406 - B.IV 31
Francesco Albergati Capacelli (1728 – 1804) scrittore, politico e commediografo italiano, marchese bolognese dedicò il suo tempo e il suo patrimonio all'arte drammatica. Sia nella sua tenuta di campagna a Zola Predosa sia nella sua residenza bolognese fece erigere dei teatri nei quali inscenava con amici delle rappresentazioni teatrali per le quali scriveva anche i testi, questi divennero nel tempo conosciuti e apprezzati, fu uno dei principali corrispondenti di Carlo Goldoni con il quale intessé un fitto epistolario interessante per conoscere lo stato del teatro italiano della seconda metà del Settecento

44.

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

40.[4]: La tarantola farsa
In Venezia, 1799
38, [2] p. Segn.: a-b8c4. Bianca l'ultima c
Impronta: a!.. a.o? o.no dapi (3) 1799 (R)
Per l'A. Francesco Albergati Capacelli cfr. NUC.

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 11434 - B.IV 40
Francesco Albergati Capacelli (1728 – 1804) scrittore, politico e commediografo italiano, marchese bolognese dedicò il suo tempo e il suo patrimonio all'arte drammatica. Sia nella sua tenuta di campagna a Zola Predosa sia nella sua residenza bolognese fece erigere dei teatri nei quali inscenava con amici delle rappresentazioni teatrali per le quali scriveva anche i testi, questi divennero nel tempo conosciuti e apprezzati, fu uno dei principali corrispondenti di Carlo Goldoni con il quale intessé un fitto epistolario interessante per conoscere lo stato del teatro italiano della seconda metà del Settecento

45.

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

50.[4]: La notte farsa di Francesco Albergati Capacelli
In Venezia, 1800
46, [2] p. Segn.: a-c8. Bianca l'ultima c
Impronta: nea- arl' a.a- esst (3) 1800 (R)

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 11320 - B.IV 1
Francesco Albergati Capacelli (1728 – 1804) scrittore, politico e commediografo italiano, marchese bolognese dedicò il suo tempo e il suo patrimonio all'arte drammatica. Sia nella sua tenuta di campagna a Zola Predosa sia nella sua residenza bolognese fece erigere dei teatri nei quali inscenava con amici delle rappresentazioni teatrali per le quali scriveva anche i testi, questi divennero nel tempo conosciuti e apprezzati, fu uno dei principali corrispondenti di Carlo Goldoni con il quale intessé un fitto epistolario interessante per conoscere lo stato del teatro italiano della seconda metà del Settecento

46.

Albergati Capacelli, Francesco <1728-1804>

57.[2]: I ciarlatani per mestiere commedia di Francesco Albergati Capacelli.
In Venezia, 1801
86, [2] p. Segn.: a-e8f4. Bianca l'ultima c
Impronta: a?la o.a, ..e- diOh (3) 1801 (R)

Pubblicato in: Il teatro moderno applaudito ossia raccolta di tragedie, commedie, drammi e farse che godono presentemente del piu alto favore sui pubblici teatri, cosi italiani, come stranieri; corredata di notizie storico critiche e del Giornale dei teatri di Venezia. Tomo 1 [-61]
Coll.: 11243 - B.V 9 / 10851 - C.II 10
Francesco Albergati Capacelli (1728 – 1804) scrittore, politico e commediografo italiano, marchese bolognese dedicò il suo tempo e il suo patrimonio all'arte drammatica. Sia nella sua tenuta di campagna a Zola Predosa sia nella sua residenza bolognese fece erigere dei teatri nei quali inscenava con amici delle rappresentazioni teatrali per le quali scriveva anche i testi, questi divennero nel tempo conosciuti e apprezzati, fu uno dei principali corrispondenti di Carlo Goldoni con il quale intessé un fitto epistolario interessante per conoscere lo stato del teatro italiano della seconda metà del Settecento
 
Progetto grafico MediaCompass.com Biblioteca online software di Matteo Vaccari